Masterchef – i segreti per cucinare la pasta alla bolognese

Masterchef è probabilmente il programma di cucina più famoso e seguito in Italia. Il vedere dilettarsi delle persone che sono molto simili a noi, tra i fornelli di una cucina all’avanguardia, preparando piatti più o meno complessi, alla presenza di famosi cuochi e chef italiani … crea una situazione emotiva molto molto interessante.
Il bello del programma è che potresti esserci proprio tu, al posto di quei bravissimi concorrenti, che svolgono quotidianamente altri lavori e che gestiscono la propria giornata lavorativa in modo molto simile al tuo.

Comunque entrando nel vivo della cucina, ed entrando proprio nella cucina, potremmo immaginarsi anche noi, chef per un giorno e preparare una prelibatezza da fare gustare alle nostre persone più care. Ma per fare ciò abbiamo bisogno degli attrezzi da cucina buoni e validi a partire dalla piastra ad induzione che come descritto sul sito piastreadinduzione.it c’è ne sono veramente di tutti i modelli.

La cultura culinaria degli italiani, al giorno d’oggi, spazia di regione in regione, cioè ci si appoggia molto spesso a piatti tipici, che vengono prodotti e che sono nati, in particolari zone italiane.

Vogliamo soffermarci oggi in Emilia Romagna e passare alla preparazione di un piatto tipico emiliano.
Se vogliamo sostare a Bologna, possiamo trovare vari piatti tipici.
La cucina Emiliana è regina della pasta, del ragù, del brodo, dei tortellini, della mortadella e di tanto altro.
Gli Emiliani e i Romagnoli posseggono una vastissima cultura, in termina di cucina e potrebbero dare lezioni, in questo campo, a molti altri.

In ogni caso il piatto che prendiamo in esame è la pasta alla bolognese.
E’ un piatto classico, quasi semplice, di un gusto ricco e sublime, pieno. Ci vogliono alcune accortezze per renderlo unico ed inimitabile. Bisogna fare attenzione.

Se vogliamo tirare fuori i segreti della pasta alla bolognese … possiamo partire dal primo. Cioè dalla scelta delle materie prime, principi.
Sebbene la maggior parte delle persone possa pensare che la carne sia l’unico ingrediente fondamentale del ragù .. non è del tutto corretto.
Per una buona preparazione bisogna prima passare da una accurata e selezionatissima scelta delle verdure. Si, proprio le verdure. Questo ingrediente dona profumazione e tonalità al ragù.
Nella zona emiliana non è difficile trovare sedano, carota, cipolla e rosmarino di ottima qualità, appena colti ed addirittura comprati direttamente dal contadino.
Più il prodotto è fresco e puro, più il sapore e la profumazione del ragù è ottimale.

Il secondo segreto è appunto la carne … carne di manzo e maiale di ottima qualità sono indispensabili. Anche in questo caso è fondamentale il prodotto.

Gli ultimi 2 segreti sono:
1. un buon vino per dare il sapore finale
2. una lunga, calma, paziente, infinita cottura.

Quest’ultimo è il segreto più importante. Indicato per ultimo perché non si può dimenticare.
Ci sono migliaia di ricette su questo tipo di portata. Il ragù si può accompagnare con tantissimi tipi di pasta … ma il segreto fondamentale … da ricordare …. la qualità delle materie prime e la cottura.
Poi, tagliatelle, maccheroni, tortellini … pasta secca o all’uovo, tutto si sposa … e non divorzia!

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *