camminare

Plantari su misura, ecco quali sono gli aspetti vantaggiosi

Spesso e volentieri, alle persone che hanno delle problematiche ai piedi, gli specialisti suggeriscono l’uso di appositi plantari personalizzati. Si tratta di accessori che vengono realizzati appositamente per permettere che il piede vada ad appoggiarsi a una superficie favorevole.

Si tratta di dispositivi, in realtà, per nulla complessi, che si caratterizzano per garantire un sostegno e un sollievo fondamentale per i piedi, permettendo a questi ultimi di appoggiarsi in maniera finalmente corretta su qualsiasi superfici, diventando dei veri e propri “correttori quotidiani” che proteggono e preservano la salute del piede stesso ovviamente.

Camminare correttamente: la postura e i plantari

Sono tanti i vantaggi di utilizzare dei plantari su misura che, al pari delle solette anatomiche per scarpe, possono essere sfruttati da persone di qualsiasi età. Si riescono a soddisfare, in effetti, le esigenze di bambini che hanno pochi anni e a cui serve una correzione, ma anche quelle di persone anziane che cercano un maggiore sostegno e sollievo per i propri piedi.

Non dobbiamo dimenticare come in commercio si siano diffuse tante altre soluzioni, come ad esempio i plantari sportivi, oppure le solette sportive, che sono in grado di garantire ulteriori benefici specifici a tutti coloro che fanno sport, a livello amatoriale e professionistico, rivolgendosi anche in questo caso a pazienti di qualsiasi fascia d’età.

I plantari personalizzati in relazione a quelle che sono le esigenze del singolo paziente sono in grado di donare un livello di comfort, ma anche di equilibrio e di ossigenazione, senz’altro migliori. Non solo, dal momento che si possono ottenere anche altri benefici, correlati in modo particolare a una migliore distribuzione del peso, evitando possibili slittamenti e cedimenti dei piedi, ma consentendo anche di fare meno fatica e di produrre un minor quantitativo di acido lattico.

I vantaggi

Tra i principali aspetti convenienti che possono portare a pensare di usare dei plantari su misura, troviamo senz’altro la necessità di svolgere un’attività di correzione sui difetti del piede, permettendo un contemporaneo calo del dolore effettivamente avvertito dal paziente.

Nel momento in cui i piedi, infatti, non seguono il normale arco plantare mediale o nel caso in cui addirittura tale arco plantare sia completamente assente, ecco che si ha a che fare con un caso ben specifico, ovvero quello dei piedi piatti. Può capitare piuttosto di frequente che tale problematica vada a diffondere una serie di dolori che si estendono pure alle caviglie e alle ginocchia.

Qualora dovesse essere presente una situazione di iperpronazione, ecco che l’equilibrio legato all’appoggio del piede subirebbe un gran numero di danni e dei difetti che, con il passare del tempo, possono portare alle conseguenze negative più disparate, soprattutto nel caso in cui vengano sottovalutate o trascurate.

Una problematica altrettanto diffusa corrisponde all’alluce valgo: si tratta, in questo caso, di una vera e propria deviazione laterale, che può avere un’accentuazione più o meno evidente nei confronti delle altre dita e, spesso, anche queste ultime tendono a flettersi verso l’esterno. Un fastidio non solo a livello pratico, dato che piuttosto di frequente tali situazioni portano a un notevole dolore.

In tutte e due le situazioni, comunque, il fatto di sfruttare dei plantari su misura e personalizzati in base alle singole esigenze, permette al piede di avere una postura corretta, rendendo meno evidenti e correggendo i difetti. Al contempo, questa soluzione offre la possibilità anche di azzerare o diminuire sensibilmente il dolore avvertito, favorendo l’anatomia naturale del piede. Tutti coloro che hanno intenzione di raggiungere dei risultati migliori in tempi brevi, devono necessariamente prevedere la realizzazione di plantari che vanno sostituiti con una certa periodicità, proprio per adattarsi ai cambiamenti del piede e per restare in linea con la sua evoluzione.

Autore dell'articolo: Redazione