chirurgia estetica

Quando ricorrere alla chirurgia estetica del viso

Il viso è la parte di noi che cattura lo sguardo delle persone, quella su cui si focalizza l’attenzione dell’interlocutore. Attraverso l’espressione degli occhi e della bocca comunichiamo più di quanto non possano fare le parole. Se gli inestetismi del viso generano disagio, è difficile relazionarsi con spontaneità e naturalezza. Per questa ragione la cura dell’aspetto del viso ha un ruolo sempre più importante, sia per quanto riguarda le relazioni sociali sia per il benessere interiore della persona.

Come preservare il viso nel corso del tempo? È risaputo che mantenere un viso fresco e giovane richiede una cura quotidiana della pelle, uno stile di vita sano ed un’alimentazione equilibrata. Anche la routine di bellezza della pelle è un aspetto importante e gli esperti consigliano di prendersi cura della pelle fin da giovani, l’applicazione di creme e sieri appositamente studiati costituisce un validissimo aiuto per contrastare gli effetti del tempo. In questo panorama si inseriscono i trattamenti di chirurgia e di medicina estetica. Quali sono le tipologie più richieste? Quali sono i trattamenti che permettono di restituire freschezza ed armonia al viso?

Rivolgersi a centri specializzati

Per ottenere un viso perfetto è possibile ricorrere a trattamenti di medicina estetica e a interventi di chirurgia di vario tipo, da quelli di tipo mini-invasivo o più strutturali. Sia in un caso che nell’altro l’aspetto fondamentale da non trascurare è quello di affidarsi a professionisti del settore seri e competenti, con una valida esperienza nella tipologia di intervento richiesto.

La tecnologia e l’innovazione continua consentono di ottenere miglioramenti in ogni campo, e questo è quanto mai vero in ambito medico ed estetico, con lo sviluppo di nuove tecniche e di nuovi trattamenti. Il paziente che si affida a centri moderni e specializzati accede alle procedure più all’avanguardia e viene seguito durante tutto il percorso, attraverso una serie di servizi importanti. Le cliniche più moderne interpretano questa idea mettendo al centro la persona, creando percorsi di cura personalizzati e mettendo a disposizione del paziente specialisti in diversi campi specialistici della medicina, un approccio multidisciplinare con la possibilità di ricevere consulenze e di effettuare esami tutto presso la stessa struttura. Questo modo di intendere l’assistenza al paziente giuda la gestione di cliniche come la Clinica Tarabini.

Quando ricorrere alla chirurgia estetica del viso

I trattamenti di chirurgia estetica sono richiesti per superare la sensazione di disagio generata dall’aspetto estetico del viso. Quando l’aspetto del viso genera un disagio emotivo, la chirurgia può intervenire per recuperare la morfologia e la funzionalità, restituendo benessere alla persona. Le zone più trattate sono gli occhi, naso, orecchie.

Blefaroplastica.  Si tratta di una tecnica di intervento dedicata alle palpebre e all’area sottostante gli occhi. Il medico agisce rimuovendo la pelle in eccesso sulle palpebre e il grasso accumulato nella zona periorbitale, le cosiddette borse. Questi inestetismi conferiscono allo sguardo un’aria spenta e triste, il viso assume un’aria stanca. In alcune situazioni il danno estetico si accompagna anche a problemi funzionali. La palpebra cadente può restringere il campo visivo e causare piccoli disturbi, come arrossamenti e lacrimazioni.

Rinoplastica. Il naso può presentare asimmetrie che compromettono l’armonia e l’estetica del volto di una persona. Quando questa situazione mina anche il suo benessere psicologico ne risente la qualità della vita. L’intervento di rinoplastica ridisegna la forma del naso, ristabilisce la giusta proporzione tra la dimensione del naso e quella del viso. Se il setto nasale è deviato o è troppo stretto può impedire una corretta respirazione, la rinoplastica consente di ripristinare la funzionalità respiratoria.

Otoplastica. Tra le problematiche che riguardano il viso sono da ricordare anche quelle riferite alle orecchie. Con una operazione chirurgica il medico interviene sulla struttura dell’orecchio esterno per rimodellare la cartilagine, con l’obiettivo di ricondurre la forma dell’orecchio ad una dimensione adeguata a quella del viso per un effetto armonioso. In alcuni casi si interviene per eliminare inestetismi, come nel caso delle orecchie sporgenti, dette anche orecchie a sventola, o per ridurre ed eliminare malformazioni.

Autore dell'articolo: Redazione